Porte interne a vetri: estetica, funzionalità e vantaggi pratici

porte interne a vetri

Le porte interne a vetri rappresentano senza alcun dubbio una soluzione d’arredo elegante e dall’estetica piacevolmente minimalista. Usate spesso per separare gli ambienti in sostituzione delle tradizionali porte chiuse, hanno il merito di creare una maggiore sensazione d’ampiezza, infondendo all’ambiente una grande luminosità.

Se stai accarezzando l’idea d’installare una porta a vetri nella tua casa, dovresti prima accertarti che si tratti di una strada percorribile e realmente confacente al tuo stile. Ecco perché noi di Abitativo® abbiamo deciso d’illustrarti tutti i possibili vantaggi (e svantaggi) di questa soluzione sempre più gettonata, così da capire se le porte a vetri possano realmente fare al caso tuo.

SCARICA LA GUIDA GRATUITA

Tipologie di vetro per porta

Le porte interne a vetri non sono tutte uguali. Oltre a differenziarsi in base al design, all’eventuale presenza di bordi e al loro colore, cambiano soprattutto in base alla tipologia di vetro che viene loro applicata. Ma quali sono tali tipologie? Di seguito le finiture più adottate:

  • Vetro trasparente: rappresenta la tipologia più comune, quella che permette il passaggio completo della luce e offre una visibilità decisa tra gli spazi. È ideale per massimizzare la luminosità e mantenere un senso di apertura tra le stanze.
  • Vetro satinato (od opacizzato): garantisce un buon livello di privacy mantenendo al contempo la trasmissione della luce. Il processo di sabbiatura o acidatura rende la superficie del vetro liscia ma opaca, impedendo così una visione troppo nitida.
  • Vetro stampato: si caratterizza per la presenza di motivi o texture incisi sulla sua superficie, che possono variare da semplici linee geometriche a complessi disegni floreali. Questo vetro coniuga quindi privacy e stile, filtrando la luce in modi esteticamente piacevoli.
  • Vetro colorato: disponibile in vari colori, può aggiungere un tocco di colore e personalità agli spazi. Anche se meno comune nelle porte interne, può essere utilizzato per accentuare o coordinarsi con l’arredamento preesistente.
  • Vetro temperato: viene trattato termicamente per aumentarne la resistenza agli urti e la sicurezza. In caso di rottura, infatti, si frantuma in piccoli pezzi smussati, riducendo il rischio di infortuni. Viene adottato soprattutto in case con bambini e/o animali.
  • Vetro laminato: formato da due o più lastre di vetro con uno strato intermedio di PVB (polivinil butirrale) o EVA (etilene vinil acetato), è progettato per offrire sicurezza. In caso di rottura, in questo caso, i frammenti restano aderenti allo strato plastico, riducendo così il rischio di lesioni.
  • Vetro a bassa emissività (Low-E): rivestito con un sottile strato metallico che riflette il calore, aiuta a mantenere gli ambienti più freschi in estate e più caldi in inverno, migliorando l’efficienza energetica della casa.
  • Vetro artistico: include vetri realizzati con tecniche particolari come il vetro fusione, il vetro piombo e il Tiffany, che possono aggiungere un elemento di arte e unicità alla tua casa. Questi vetri vengono spesso utilizzati come elementi d’accento o in porte che puntano a ottenere un forte impatto visivo.

Va da sé che questo rappresenta un semplice elenco standard delle tipologie di vetro che puoi adottare per le porte interne della tua casa. A fare la vera differenza, tuttavia, non è tanto il vetro in sé, quanto la maniera in cui viene utilizzato.

Come qualsiasi altro complemento d’arredo, infatti, anche le porte interne a vetro dovrebbero essere adottate come risposta alle tue precise esigenze, inserendosi armoniosamente con il resto della casa.

Da qui l’importanza di renderle parte integrante di un progetto d’arredo appositamente studiato nel  rispetto dei tuoi desideri e necessità, il cui obiettivo dovrebbe essere quello di garantirti una soluzione il più personalizzata e soddisfacente possibile.

Illuminare e valorizzare gli spazi con le porte interne a vetri

Come dovresti aver intuito, le porte interne a vetri possiedono un immenso potenziale, a patto ovviamente di saperlo valorizzare nel modo giusto. Grazie alla loro trasparenza possono infatti illuminare e valorizzare splendidamente gli ambienti della casa: sta solo a te stabilire come e dove sistemarle per enfatizzare al massimo l’estetica minimal che le contraddistingue.

Un’idea particolarmente congeniale potrebbe essere quella di posizionare la porta a vetri in una zona che possa beneficiare della luce naturale, come ad esempio tra il corridoio e il soggiorno o tra la cucina e la sala da pranzo.

Così facendo, infatti, la luce potrà fluire liberamente, rendendo gli spazi più luminosi e visivamente più ampi: un obiettivo che è stato pienamente perseguito all’interno di questo progetto di Abitativo®.

porte interne a vetri cucina

Qui, infatti, la porta a vetri viene usata come un vero e proprio separé tra il living e la cucina. L’intero ambiente, del resto, è caratterizzato da tonalità chiare e luminose, che si sposano naturalmente con il vetro opaco della porta. La presenza di piccoli dettagli rosso acceso contribuisce a creare degli originali punti focali, oltre che vivacizzare piacevolmente la resa finale.

Ma il bello delle porte a vetri sta proprio nella loro trasparenza. Una soluzione particolarmente audace prevede infatti di sistemarle in modo tale da lasciar intravedere perfettamente ciò che c’è al di là della porta, all’insegna di un piacevole continuum tra gli spazi. In questo modo, infatti, la porta servirà sì a separare due ambienti, ma senza creare alcun tipo di stop e lasciando che lo sguardo fluisca liberamente dall’uno all’altro.

porta interna a vetri libera

Per finire, le porte a vetri possono essere usate anche per creare un senso di continuità con l’esterno della casa. Se hai la fortuna di possedere una bella terrazza, un giardino rigoglioso o, più semplicemente, godi di un panorama particolarmente suggestivo, perché non valorizzarlo con una luminosa porta finestra a vetri? Un po’ come hanno fatto i progettisti di Abitativo® in questa stupenda casa sul mare:

porta interna a vetri panorama

Come puoi vedere tu stesso, pertanto, le porte a vetri per interno possono essere adottate in molti modi, rispondendo a molteplici esigenze: tutto sta nel capire se tali esigenze coincidono o meno con le tue.

Le idee che ti abbiamo suggerito, del resto, rappresentano soluzioni appositamente studiate per le case in cui sono state adottate. Ma questo non significa che, automaticamente, funzionerebbero allo stesso modo anche per te. Ed è esattamente su questo concetto fondamentale che dovresti basare il tuo rapporto con le porte a vetri.

Come godere dei vantaggi pratici ed estetici di queste porte

A questo punto potresti legittimamente chiederti quali siano i reali vantaggi delle porte interne a vetri e se e quanto possano risultare ottimali per la tua casa. Questo, in effetti, rappresenta il punto cruciale della questione, perché ciò che può risultare bello e vantaggioso per una persona, potrebbe essere avvertito come deleterio da un’altra.

Una delle principali qualità di queste porte, per esempio, è dato per l’appunto dalla loro trasparenza, che regala un piacevole continuum tra gli ambienti che separa. Detto più semplicemente: divide, senza dividere davvero. Ma sei certo che questo sia davvero l’effetto che vuoi ottenere?

In uno dei progetti che abbiamo sottoposto alla tua attenzione, per esempio, per dividere il living dalla cucina abbiamo usato un vetro particolarmente trasparente e luminoso. Per quanto la resa finale sia indubbiamente bellissima, se sei abituato a considerare la cucina come il tuo regno esclusivo, all’interno del quale nessuno deve mettere piede né guardarti mentre cucini, è ovvio che non accetterai mai di separarla soltanto con un esile e impalpabile vetro, preferendo piuttosto una classica porta chiusa.

E questo è soltanto un esempio. Per preservare la propria estetica, il vetro necessita inoltre di una pulizia regolare, onde evitare la formazione di macchie di unto e/o antiestetici aloni sulla sua delicata superficie. Ma se sei una persona che non ama particolarmente i lavori domestici, potresti giustamente non desiderarne altri da aggiungere alla lista.

In conclusione, per godere appieno dei vantaggi pratici ed estetici offerti dalle porte a vetri per interno, dovresti innanzitutto capire se si tratta di una soluzione in grado di migliorare la tua casa e il tuo comfort abitativo e, se così non fosse, orientarti verso una scelta diversa. O, in alternativa, adottare porte a vetri pensate e studiate appositamente per te.

Porte interne a vetri: trova quelle perfette per te!

Come dovresti ormai aver capito, le porte interne a vetri perfette non esistono, ma esistono quelle perfette per te. Il segreto consiste semplicemente nel capire quali sono, affidandoti all’esperienza e alla competenza di professionisti del settore. Quel che ti ci vuole, infatti, è un progettista realmente interessato a individuare la soluzione d’arredo più adatta per la tua casa. E che s’impegni a realizzarla nel rispetto dei tuoi gusti ed esigenze.

Questo è esattamente il modo in cui lavoriamo noi di Abitativo®. Grazie al nostro efficace e comprovato sistema, elaboriamo progetti personalizzati e su misura, studiati in base ai desideri e alle esigenze dei nostri clienti. Per farlo, partiamo sempre da una Diagnosi della casa e delle persone che ci vivono, così da capire quali sono le loro necessità e impegnarci per soddisfarle al meglio.

Quindi, ora che ti sei fatto una panoramica precisa delle porte interne a vetri e di tutti i vantaggi (e svantaggi) che portano con sé, non ti resta che affidarti a noi per trovare quelle perfette per te e per la tua casa. Per scoprire come facciamo:

SCARICA LA GUIDA GRATUITA