Progettazione d’interni: il segreto per non bruciare nemmeno un euro

Voglio spiegarti perché, durante la progettazione d’interni, il sistema Abitativo® è l’unico che ti aiuterà a scegliere gli arredamenti della tua casa senza bruciare nemmeno un euro in costi inutili e di cui ti pentirai.

Progettare l’arredamento di casa partendo dall’analisi delle esigenze

Lavorare insieme ai clienti nella progettazione del loro arredamento è sempre stimolante: ogni volta una casa nuova, un progetto di ristrutturazione diverso, uno stile di arredamento diverso e più ascolto le loro aspettative e i loro sogni, più mi rendo conto che non mi annoierò mai.

Ascoltare le persone, capire i loro desideri e le loro idee di interior design per la loro futura casa e sapere che stanno aprendo le loro intimità proprio con me è una delle soddisfazioni più grandi che il lavoro di arredatore mi regala.

Vedere i loro sorrisi così entusiasti mentre mi raccontano della loro casa ideale è la vera benzina del mio lavoro, ma dopo aver ascoltato, magari anche per ore, i loro sogni e l’arredamento che hanno sempre desiderato, mi trovo sempre obbligato a fare il guastafeste.

Non è per cattiveria, non vorrei mai fare il “cattivo”, ma i loro sogni spesso non coincidono con le loro reali esigenze. Sono solo illusioni.

  • tutti quei ritagli di giornale
  • tutte quelle foto salvate dai social
  • tutte quelle raccolte di pubblicità

non servono a niente, mi dispiace.

Questa è la parte peggiore del mio lavoro, spegnere i loro sorrisi.

Non che sia colpa loro, ma oggi, come in tutti i settori, siamo bombardati da una quantità esagerata di informazioni che ci deviano, ci fanno desiderare ciò che non vogliamo davvero.

Pubblicità, foto e post con case bellissime e moderne, esempi di case arredate di amici, soluzioni della nonna rielaborate da qualche anticonformista e rievocazioni classiche che farebbero bene a tornare nel dimenticatoio. Sono il male assoluto in questo settore.

Trasformano le case in musei dell’orrore. Per questo, nella progettazione d’interni, Abitativo®  parte dalla DIAGNOSI.

Potrà non essere bella una doccia ghiacciata, ma meglio prima che a guaio combinato, dopo aver magari speso diverse migliaia di euro.

La mia esperienza

Anche a me è successa una cosa simile.

Il mondo dell’arredamento è la mia casa e dopo tutti questi anni lo conosco come le mie tasche, ma quando si tratta di auto cado direttamente in un profondo buco nero fatto di ignoranza e stereotipi.

Lo confesso, l’unico dettaglio che prendo in considerazione in una macchina, oltre al budget, è l’estetica. Un po’ come fanno i miei clienti con l’arredamento.

Recentemente ho dovuto cambiare la mia macchina, dopo 11 anni di servizio la mia leale compagna di viaggio mi aveva lasciato per sempre.

E adesso?

Che compro?

Un Suv?

Una Station Wagon?

Benzina o Diesel?

È stato un incubo, anche perché l’unica cosa che guidava la mia scelta, oltre al prezzo, era il semplice design mentre l’unico aspetto che guidava i venditori di auto erano i premi aziendali e il loro compenso.

Un mese e mezzo totalmente perso nella confusione di marche, modelli, allestimenti, concessionarie, ecc…

Ognuna sembrava quella giusta, ma nessuna mi convinceva.

Continuavo a ripetere a cantilena: “Però le BMW sono esteticamente molto belle…ma le Volvo sono molto sicure e per i miei figli sarebbe l’ideale…anche Mercedes non fa auto brutte…”

Stavo perdendo solamente tempo, pazienza e soldi inutili (capitava che mi dovessi assentare dal mio lavoro per questa questione). E la cosa peggiore è che tutti i test drive mi andavano bene, non sapendo cosa volessi davvero ogni macchina sembrava buona.

Un giorno esasperato dalla situazione ho chiamato il mio ex compagno di liceo, un ingegnere meccanico che ora lavora per una società di consulenza.

Non ci ha messo nemmeno mezz’ora.

Dopo aver parlato della mia situazione familiare e lavorativa ad un certo punto mi ferma e dice: “Ma sei ancora qui a pensarci? La tua macchina è una Land Rover, domani vai a comprarla.”

Mai vista, mai nemmeno presa in considerazione.

progettazione d'interni

Al di là del design piacevole, anche se molte altre avevano catturato la mia attenzione, il resto sembrava davvero cucito su misura per me.

Spazi, bagagliaio, comfort, sicurezza. Tutto perfetto.

20 minuti dopo il test drive avevo già firmato il contratto e ora, dopo 7 mesi mi trovo
benissimo.

Nella progettazione d’interni non conta solo il design

Questo episodio non è che una piccola frazione di quello che succede con i miei clienti durante la progettazione d’interni. Solo che non si tratta di una macchina, che puoi cambiare o vendere se non ti trovi, ma della progettazione della casa dei propri sogni.

Quante volte valutiamo soltanto il design di un componente dell’arredamento senza considerare tutto il resto?

Quante volte comprate i vostri mobili ancor prima di aver terminato i lavori in casa?

Il 100% dei miei clienti, prima del sistema Abitativo®, commette questo errore.

Pura e semplice estetica pensando solamente al budget a disposizione, proprio come me con la scelta dell’auto.

Basta vedere l’arredo di una cucina in un film, in una rivista o a casa di qualche amico e il gioco è fatto; migliaia di euro spesi senza nemmeno rendersene conto e soprattutto senza nemmeno averne realmente BISOGNO.

È del tutto normale, se non conosci i dettagli che contano davvero, come me con le auto, puoi solamente brancolare nel buio nello scegliere l’arredamento di casa.

Solo che con l’arredamento non puoi fare nemmeno un test drive, te lo tieni così com’è.

Hai comprato un bellissimo arredo per il soggiorno ma non c’entra niente con il resto della casa?

Al rivenditore di mobili non interessa.

Purtroppo è così.

La soluzione per progettare l’arredamento della tua casa

La soluzione per evitare tempo e soldi buttati per una casa che rischia di non avere né capo né coda?

La prima fase del Sistema Abitativo®, l’analisi completa delle reali esigenze in funzione della casa.

La stessa che, nel mio caso, ho sperimentato con la scelta della macchina.

Grazie a questa fase:

  • Non avrai più bisogno di girare a zonzo tra i vari negozi di mobili in cerca dell’arredamento visto su una rivista, ma potrai concentrarti sulle cose davvero importanti
  • Non rischierai di commettere l’errore dell’acquisto “d’impulso” che i rivenditori
d’arredamento ti spingono a fare per non “perdere un’occasione”
  • Non avrai una casa triste composta da stanze “da rivista” o “da film” che non hanno un’armonia tra loro
  • Potrai rischiare di avere la casa dei tuoi sogni grazie ad un progetto d’arredamento professionale

Simone Pierdominici
Ideatore del sistema Abitativo®